Wine glass full of chestnuts in the nature
PepeMagazine Castagne e Novello Emanuel Bonomo photography Flora Luna

Chestnuts and Novello. How to follow in the UK the Italian tradition of November

Chestnuts and Novello

“On Saint Martin day, the must becomes wine!” how to follow in the UK the Italian tradition of November

November! Aaahhh, slowly we can grab a sit on our armchair, playing some ambient music having a cup of tea while out of the window a gentle rain takes us towards the dark of the evening, even if it’s 3.45 pm. November, the lovely month when walking around London town we are already used to all the Christmas with people thinking about presents, but gently as they know there’s time still. The cosy warmness of a pub, better with a fireplace, with maybe some live music and few friends for the weekly catch up in our jumpers, the sweat down the back while changing line on the underground and the freezing toes swimming through the fallen leaves on the wet streets, they seem like distant memories, but there we are again, (except the pubs and friends side). 

It may be a surprise you but the second last month of the year is not just this. It’s also about great fruit and veg that brings some great recipes and traditions to get us aware of the yearly cycle, I mean, If you crave and look for fresh cherries or peaches in these days I’m not sure you’ll find them, or better, you can but I don’t quite think they come from a nearby country but I bet they travelled a lot and I won’t be sure of their freshness and quality. What we want in these days are pumpkin soups or something like a radicchio risotto, but do you know what to me and my family the 11th of November sounds like? 

It’s San Martino, and ”A San Martino il mosto diventa vino!”, which translated means that on Saint Martin day, the must becomes wine.
It’s a popular tradition in Italy to drink the new wine made from the grapes picked at the end of the summer on the same year, this wine it’s called Novello, a very easy drinking alcoholic juice which is made from a Carbon Fermentation, different from the regular wine fermentation. However, where can we find some good Novello and how do we drink it? 

I’ve always been lucky enough to get some fresh made Novello back home from friends or people I know, but unfortunately is not the case in UK, I’ve done many researches and tried my best to find a single bottle of this lovely wine and I miserably failed, but some hope still. Italy isn’t the only country to produce this kind of drink, France is also a great producer of it, you can find it only in a little area called Beaujolais, where we are able to find the beloved Beaujolais Nouveau which is way easier to find online or in some good bottle shop around London, It goes through exactly the same process and it can be sold after the third Thursday of November, so we may be able to get it by the end of the month. 

Why do we love this wine? Well San Martin was a very special day back in the days in Italy, you could hear some old people saying they are ”doing” San Martin, which in a rural area means moving house, the story behind this way of saying it’s because usually on this day the harvest season was going to an end so landowners were dismissing the ”villain” (field workers) to another landowner who would need them for different harvests. This is the reason why it’s a tradition to sit down on the 11th of November, drink the new wine, and most important light a fire pit to roast in a proper and old way some lovely chestnuts. Chestnuts are the queens of the month taking the throne from the strong still pumpkins, but Halloween it’s gone already, as so, before heading to Panettone and Pandoro let’s enjoy some lovely chestnuts, the edible one don’t go to pick ’em up from the parks around the country, you could eat them, actually if you know they are ”crazy chestnuts” as we call them in Italy.  Put one in the pocket of your trouser for the whole season, my ”nonno” told me I wasn’t going to get flu if I was keeping one with me, not sure it works with the Coronavirus though. If you want some chestnuts try with the best and maybe a bit high profile supermarket, online you may be able to get some delivered, but, as I’m in true love with veg corner shops, give it a try, I’m 80% sure you could get some good quality fruit, veg and chestnuts for a decent price. 

Now that you’ve got your Nouveau wine and your chestnuts (150 gr per person circa), sit down, play some ambient music and proceed to: 

–  do an inch long cut in the middle of each chestnut, 

–  soak them for few hours in room temperature water in a bowl, 

–  get the oven ready at 180 C degree, 

–  once you’ve drained your chestnut place them on a tray with baking paper and cook them for about 25-30 min, 

–  after that get a bowl or a bucket or what you like with a clean cloth, place them in, cover it
all up and let it rest for 15 min, thanks to this they will peel very much easier and you won’t burn your lovely hands, very traditional is to place the chestnuts in a paper bag, like the brown one used when you buy bread or pastries. 

–  Get a zoom call ready with few friends, in the meantime, open your Novello or Nouveau (If you didn’t find it go for a young easy-drinking red), get a glass, not a wine glass please, we are talking countryside easy-going traditions here, so a little regular glass will do, 

–  pour the wine, sip, peel the chestnuts as you go while chatting and getting red cheek from the heater on, the wine and warmth of the fruit’s skin you’re peeling.

Now, this is what we call tradition, my nonno used to cook them on a pan with little holes, hanged with a little chain on top of a fire pit, where when I was a kid I use to spend hours just watching him doing so. If you are allowed to have a fire pit it’s a must-try, I’m not sure you want to do that in your garden, backyard, balcony, living room or in the middle of Piccadilly Circus, stick with the oven, that may work for you.
Before to leave you, it might be worth to say that chestnuts and Novello, mmmhh, let’s say improve the emissions from your body, so let’s see friends via zoom and don’t close yourself indoor with somebody else.
Buon Appetito!

Castagne e Novello

“A San Martino il mosto diventa vino!” come riproporre a in Uk l’antica tradizione italiana  di novembre

Novembre! Aaaahhh, ci possiamo comodamente sedere su di una poltrona, ascoltare della musica rilassante con una tazza di tea mentre la pioggia fuori dalla finestra ci porta nell’oscurità della sera, anche se sono solo le 3.45 del pomeriggio. Novembre, il meraviglioso mese che già ci abitua agli addobbi natalizi camminando per il centro di Londra, dove le persone già pensano ai regali, ma con una certa calma sapendo d’aver ancora tempo. Il calore di un pub, meglio con un caminetto, magari con della musica dal vivo ed un paio d’amici vestiti di pesanti maglioni per la chiacchierata settimanale, la goccia di sudore che scende lungo la schiena nel cambio linea ad una stazione della metropolitana e le punte dei piedi, infreddolite, che nuotano nel mare di foglie cadute sulla strada bagnata, sembrano memorie lontane, ma rieccoci di nuovo qui (fatta eccezione per il pub e amici visto il periodo in cui viviamo). 

Vi sorprenderà ma il penultimo mese dell’anno non è solo questo. È anche il periodo di gustosissima frutta e verdura portanti tradizionali ricette per farci rendere conto del ciclo annuale, o meglio, se la voglia di ciliegie e pesche vi assale in questo periodo non penso potrete trovarle, o magari si potete, ma non sono sicuro possano essere fresche e quanto abbiano dovuto viaggiare per arrivare a voi. Quello che vogliamo in questo periodo dell’anno sono calde vellutate di zucca, o un buon risotto al radicchio. Ma volete sapere cosa significa l’11 Novembre per me e la mia famiglia? 

San Martino! E a San Martino il mosto diventa vino!


È una tradizione popolare italiana bere del vino frutto del raccolto dell’estate appena passata, questo vino è chiamato Novello, un succo alcolico derivato da una fermentazione carbonica, diversa da quella alcolica del vino, facile da bere ed amabile. Ad ogni modo, dove possiamo trovare del buon Novello nel Regno Unito e come lo beviamo?
Da sempre a casa ho avuto la fortuna di reperire del buon Novello da amici o gente che conosco, ma qui la situazione è differente, dopo mille ricerche e facendo del mio meglio per reperire una buona bottiglia del nuovo vino mi sono dovuto rassegnare ad un misero fallimento, ma la speranza come sappiamo è sempre l’ultima a morire, L’Italia non è l’unica a produrre questo tipo di bevanda, la Francia ha anch’essa una forte tradizione riguardo al Novello, specialmente la regione di Beaujolais, dove col medesimo processo e idea troviamo un vino chiamato Beaujolais Nouveau, che fortunatamente per noi è più facilmente reperibile in UK. Abbiamo la possibilità di ordinarlo online, o in qualche buon negozio di vini nelle strade di Londra, ma attenzione, questo tipo di vino legalmente può entrare nel mercato solo dopo il terzo giovedì di Novembre, quindi magari riuscite a procurarne un paio di bottiglie prima della fine del mese.
Perché lo amiamo così tanto? Beh, San Martino nella tradizione italiana ricopre un ruolo molto importante, potrebbe capitarvi di sentire qualche anziano dire che ”sta facendo San Martino”, che tradotto significherebbe traslocare in quanto, un bel po’ di tempo fa, questa data coincideva spesso con la fine dei raccolti e quindi i ”villani”, che erano i lavoratori della terra, per conto di un proprietario terriero, venivano congedati e spesso mandati da un altro proprietario per differenti lavori o raccolti. Ecco perché la tradizione vuole che l’11 Novembre ci si sieda a gustare il nuovo vino e si accenda un fuoco per arrostire delle castagne che assumono ruolo di regine del mese passato dalle zucche, dato che Halloween ormai è solo un ricordo. E così, prima di tuffarci tra Panettoni e Pandori godiamoci delle buone castagne, ma quelle mangiabili, non andate a raccoglierle tra i parchi Inglesi, la maggior parte di quelle sono chiamate ”castagne matte’’. Anzi prendetene una di questa castagne matte, mettetela in tasca per tutto l’inverno, mio nonno diceva che tiene lontani tutti malori da raffreddore ed influenza, ma vi avviso, non credo proprio funzioni con il Coronavirus.
Se volete delle buone castagne provate con qualche supermercato che fornisce prodotti di qualità e di nicchia, potreste trovarle anche online, o provate con i negozietti di verdura all’angolo, sono sicuro all’80% che troverete prodotti di ottima qualità ad un prezzo abbordabile. 

Bene, ora che avete il vostro Vino Nuovo e le vostre castagne (circa 150gr a persona), sedetevi, mettete della musica ambient e procedete: 

–  Fate un incisione orizzontale di 2-3 cm nel mezzo della castagna 

–  mettetele in ammollo per un paio d’ore in acqua a temperatura ambiente 

–  scaldate il forno a 180C gradi 

–  una volta scolate le castagne ponetele su una leccarda con carta da forno e cucinatele per 25-30 minuti 

–  una volta cotte armatevi di un secchio o una bacinella o il recipiente che desiderate. Ponetevi un canovaccio pulito e versatevi le castagne che poi andranno coperte e lasciate a riposo per una quindicina di minuti. Questo serve a far in modo che si raffreddino e non vi scottiate le manine, oltre che a fare in modo che si pelino molto facilmente, in alternativa un sacchetto di carta può andare benissimo. 

–  Preparatevi la videchiamata su Zoom, nel mentre aprite il vostro Novello o Nouveau (se non l’avete trovato un buon vino rosso andrà benissimo) prendete un bicchiere, non un calice, stiamo parlando di tradizioni contadine, quindi un normalissimo bicchiere come in osteria andrà benissimo,

–  Versate il vino, sorseggiatelo e lasciate che le guance vi si facciano rosse dal calore del termosifone, dal vino e dalle castagne ancora belle calde mentre le sbucciate. 


Ora, questo è ciò che chiamiamo tradizione, mio nonno solitamente si armava di una padella forellata che appendeva tramite una piccola catenella sopra un fuoco all’aperto, passavo ore a guardarlo e pretendere di aiutarlo. Se avete la possibilità di fare un fuoco all’aperto provate, ma non credo sia un ottima idea farlo in giardino, terrazzo o balcone, nel camino o in mezzo a Piccadilly Circus, quindi magari restate fedeli alla ricetta forno senza correre troppi rischi. 


Prima di lasciarvi, forse sarebbe meglio avvisare che castagne e novello, mmmhh, come dire, aumentano le emissioni del vostro corpo tramite un po’ di meteorismo ecco, quindi magari vedere amici via Zoom potrebbe essere la scelta migliore senza chiudersi tutti in una stanza, anche perché non si può. 


Buon Appetito!

Author | + posts

Born in Verona Emanuel is a never ending challenger seeking for discomfort, he left home 10 years ago to travel the world; now in London he wonders around trying new flavours of life, food and drinks, sipping coffee, and screaming at dirty punky gigs, with the backpack always ready on his bedside.

Website | + posts

Documentarist photographer and urban explorer. Her photography focuses on critical aspects in today’s relationship between people and architecture through either an academic or a fictional approach.

Back To Top